Il processo partecipativo

Il processo di pianificazione spaziale deve condurre, partendo dall’analisi dei caratteri ambientali, insediativi, storico-culturali ed economico sociali, alla comprensione degli aspetti caratterizzanti il territorio, al fine di attivare una progettazione in continuità con l’ambiente circostante. Solo così si incrementa il valore del patrimonio territoriale ed urbano di un agglomerato.

Parallelamente a queste valutazioni di tipo tecnico è fondamentale che la popolazione interessata da un intervento possa prendere parte all’iter progettuale già in fase preliminare e non su ipotesi definite a priori: in caso contrario si escluderebbe di fatto la possibilità di partecipare attivamente alla fase progettuale.
In questo senso risulta quindi fondamentale il coinvolgimento tutti gli interessati all’intervento di riqualifica e promovimento dell’area di svago della golena dei Fiumi Maggia e Melezza, già nella fase di analisi delle criticità, in modo da fornire ai progettisti elementi su cui impostare il progetto.

Il coinvolgimento della popolazione deve essere il più ampio possibile e avviene tramite il questionario anonimo. I dati raccolti saranno trattati in forma statistica e posti alla base della proposta progettuale.